Economia

4 milioni di euro per i cervelli che tornano al Sud

Si rivolge a ricercatori stranieri o italiani, che svolgono la propria attività, da almeno 3 anni, all’estero o nel Centro-Nord Italia…

Quattro milioni di euro per i cervelli che tornano al Sud: è quanto previsto da un bando che intende incentivare lo svolgimento di ricerche scientifiche in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna o Sicilia. L’iniziativa è alla sua 5^ edizione, si chiama “Brains to South” ed è promossa dalla Fondazione Con il Sud. Si rivolge a ricercatori stranieri o italiani, che svolgono la propria attività, da almeno 3 anni, all’estero o nel Centro-Nord Italia. E’ possibile richiedere 400 mila euro per progetto, la cui durata dev’essere compresa tra i 24 e i 36 mesi.

Il Bando come spiega Carlo Borgomeo, presidente della Fondazione Con il Sud , l’obiettivo è duplice: da una parte, si vuole promuovere al Sud la capacità di attrarre cervelli e, dall’altra, s’intende sostenere la costruzione di carriere indipendenti di giovani ricercatori che decidono di portare innovazione e competenze nei centri di ricerca meridionali, come responsabili scientifici delle loro ricerche. “Questo – spiega Borgomeo – permette ai nostri territori di sperimentare processi di innovazione sociale e incide sui processi di sviluppo anche grazie ai risultati della ricerca applicata”. In 10 anni, dal 2001 al 2011, circa 700 mila laureati hanno lasciato l’Italia e oltre 170 mila si sono trasferiti dal Sud al Nord Italia. Una delle principali criticità del Sud, oltre alla “fuga dei cervelli”, è la poca capacità di attrazione dei territori meridionali per i ricercatori provenienti da altri Paesi.

Tags

Related Articles

Back to top button
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: