Cibo e SaluteSenza categoria

Il pesce azzurro, tante proprietà a basso costo

Il pesce azzurro è facile da trovare fresco e ha molte virtù benefiche…

Il pesce azzurro rappresenta un alimento da portare a tavola. Sono tante le varietà presenti nel Mediterraneo ed molto facile trovarlo fresco per molti mesi dell’anno. Pesce sciabola, Sugarello bianco, Sugarello nero,
Muggine, Muggine ramato, Acciuga, Sardina, Razza di sabbia, Palamita, Aguglio sono solo alcune delle specie che si possono trovare nel mare siciliano.

Le proprietà del pesce azzurro

“Il pesce azzurro – spiega la d.ssa Maria Lidia Lo Prinzi, dietista ed educatore Fed – è una varietà ittica con determinate caratteristiche fisiche
(squame colorate di blu sul dorso e argentee sulla pancia) e importanti proprietà nutrizionali.

La carne del pesce azzurro è molto facile da digerire quindi particolarmente indicata per bambini e anziani, ricca di grassi
buoni, gli omega3, utili per la salute del cuore e di tutto l’apparato cardiocircolatorio. Contiene inoltre sali minerali e vitamine, fondamentali
micronutrienti: selenio, calcio, iodio, fosforo, potassio, selenio,
fluoro, zinco, vitamine A e B.

Povero sì, ma sempre ospite d’onore e benvenuto in ogni stagione
sulle nostre tavole e soprattutto consigliato nel nostro menù
settimanale almeno 3 volte alla settimana”.

Le varietà di pesce azzurro

Tra le varietà di pesce azzurro presenti nel mare siciliano vi è il Pesce Sciabola (Lepidopus causatus) noto anche come “spatola. Il corpo è compresso e nastriforme di colore argentato, privo di scaglie e può raggiungere il peso di 9 metri e una lunghezza di 2 metri. La carne dal sapore molto delicato è soda, bianca con sfumature rosate ed ha poche spine. La bonta delle sue carni gli è valsa il nome dialettale messinese di “signurina du mari”. Questa varietà è abbondante nello Stretto di Messina dove esiste anche “lo spadularu”, il pescatore di spatola. Questo pesce ha anche la particolarità di lasciare un colore argento nelle mani o negli oggetti che vi entrano in contatto.

La Sardina

La Sardina (Sardina pilchardus) è uno dei pesci maggiormente utilizzati nella cucina tradizionale siciliana, grazie al sapore molto gustoso ma delicato. Oltre che fresca si trova anche conservata sott’olio o sotto sale. Quelle tirreniche sono più azzurre e dal sapore particolare. La sardina è un pesce migratorio e gregario e nei mesi caldi si avvicina alla costa per la riproduzione.
Ha la forma affusolata e la lunghezza media è di 12 – 16 cm. Si distingue dall’acciuga per la bocca grande, obliqua e in posizione centrale mentre quella dell’acciuga è ricolta verso il basso.

L’alice o acciuga

L’Alice o acciuga si presta a molte lavorazioni e a molte ricette. Si possono marinare nel limone o nell’aceto, bollire, friggerle o cucinare al forno. Ha un corpo slanciato con il dorso blu o verde intenso, mentre i fianchi e il ventre sono argentei. Come le alici possono essere conservate sott’olio, sotto sale. Buonissime per condire la pasta o la pizza.

L’Aguglia

Le carni dell’Aguglia (Belone belone) sono ottime e il prezzo è sempre contenuto. E’ un pesce elegante con corpo allungato ricoperto di piccole scaglie. Può raggiungere i 90 cm di lunghezza. Vive al largo in tutto il Mediterraneo e si nutre di piccoli pesci. Questo pesce è ottimo alla griglia o al forno.

Lo sgombro

Lo sgombro (Scomber scombrus) è uno dei pesci azzurri più apprezzati grazie al prezzo contenuto e le elevate proprietà nutrizionali come molte altre specie di pesce azzurro. Questo pesce è molto comune nel Mediterraneo. Il corpo, con la bocca appuntita, presenta particolari striature verdi e nere, che sfumano sul ventre argentato e ha forma allungata. Può arrivare a pesare fino a un chilo e raggiungere una lunghezza di 50 cm.

La lampuga

La lampuga (Coryphaena hippurus) è un pesce azzurro ricco di Omega3, economico e molto saporito. Questo pesce è molto diffuso nelle acque della Sicilia dove viene chiamato capone. E’ un’abile nuotatrice che caccia sardine, sgombri, acciughe, cefali e altri pesci di branco. Le sue carni sono ottime e gustose. E’ un pesce da provare in varie ricette.

Questo articolo è stato realizzato nell’ambito del progetto “Mare Ricco Siciliano 2.0” finanziato dal Dipartimento della Pesca – Assessorato regionale dell’Agricoltura, dello Sviluppo rurale e della pesca Mediterranea (Misura 5.68 Misure a favore della commercializzazione – Interventi a titolarità PO FEAMP 2014-2020 – anno 2020).

Segui Comunicare24 (by OndaTv) anche sui social

Related Articles

Back to top button
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: