Viaggi

Ginevra, “la città della Pace” bagnata dal più grande lago di montagna in Europa

Ginevra è nota per essere la “Città della Pace” ed è bagnata dal più grande lago di montagna in Europa

Ginevra è la città più internazionale della Svizzera e viene chiamata in diversi modi, come “la Parigi della Svizzera” o “la città della pace”. È la capitale dell’omonimo cantone, è una città francofona e, con i suoi circa 200.000 abitanti, è la seconda più popolata della nazione, dopo Zurigo, e anche la seconda piazza finanziaria, ma la terza piazza economica, dopo Basilea. Si trova all’estremità occidentale della Svizzera, dove il Lago di Lemano, il più grande lago di montagna in Europa, riconfluisce nel fiume Rodano. Nel 2019 è stata classificata, da Mercer, insieme a Zurigo e Basilea, tra le dieci città più vivibili al mondo.

Ginevra, la città della diplomazia

Ginevra si distingue per la sua rilevanza internazionale: ospita una ventina di organizzazioni internazionali e istituzioni per la tutela dei diritti umani nel mondo come le Nazioni Unite, la Croce Rossa, l’Unicef e l’Alto Commissariato per i rifugiati. Le missioni permanenti di oltre 160 Stati rappresentano i rispettivi governi presso le organizzazioni e le conferenze internazionali. Il 22 agosto 1864, in seno ad una Conferenza diplomatica, 12 Nazioni firmano la prima Convenzione di Ginevra, che si pone a fondamento dell’attività della Croce Rossa. Il documento garantisce neutralità e protezione ad ambulanze, ospedali e personale medico e stabilisce l’obbligo di curare i prigionieri e di sgomberare i feriti dal campo di battaglia. La Croce Rossa Internazionale organizza da qui le sue azioni umanitarie.

Il cuore della Ginevra internazionale è la piazza delle Nazioni Unite, dove sorge la sedia mutilata, alta 12 metri, con una delle gambe esplosa a mezz’aria, simbolo della lotta contro le mine antiuomo. All’interno del Parco di Ariana è situato il Palazzo delle Nazioni, che ospita circa 3.000 dipendenti pubblici. L’edificio è due volte più grande del Castello di Versailles e venne costruito nel 1929 per la Lega delle Nazioni (l’istituto precursore dell’attuale ONU). Dal dopoguerra ospita uno dei quartieri generali delle Nazioni Unite. È possibile fare delle visite guidate alle sale consiliari e ai giardini. Il Palazzo delle Nazioni è sede operativa dell’ONU e ospita il Consiglio dei Diritti dell’Uomo dell’ONU, l’Alto Commissariato dell’ONU per i Diritti Umani, l’OMS e l’Organizzazione Internazionale del Lavoro, nonché il celeberrimo Museo della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa.

Ginevra è una delle città più verdi d’Europa

Ginevra, oltre ad ospitare importanti congressi, è un rinomato centro per la cultura, la storia, le fiere e le esposizioni e ospita un centinaio di banche estere. È una delle città più verdi d’Europa, per questo chiamata anche “città dei parchi”, è cosmopolita, moderna, pulita, efficiente e sicura, con la sua secolare tradizione di accoglienza e neutralità. Immersa tra le vicine vette alpine e le colline del Giura, è la metropoli più piccola del mondo. Sulla riva destra del lago su cui si affaccia si trovano la maggior parte dei grandi alberghi e i ristoranti; sulla riva sinistra c’è il centro storico, con il quartiere dello shopping e degli affari, dominato dalla Cattedrale di St-Pierre, ma il centro vero e proprio della città vecchia è la Place du Bourg-de-Four, la piazza più antica. Si può passare dai viali che costeggiano il lago agli innumerevoli parchi fino ai pittoreschi vicoli del centro storico, dove passeggiare tra eleganti negozi. Una delle vie antiche ancora piena di fascino è la Grand-Rue, dove nacque Jean-Jacques Rousseau.

Cosa vedere a Ginevra

A Ginevra sono presenti numerosi teatri, come l’opera ginevrina, e musei, ad esempio quello internazionale dell’Orologeria, che vanta una ricca collezione di carillon e orologi-gioiello.

Simbolo della città svizzera è il Jet d’eau: nel punto in cui lo specchio d’acqua del lago di Ginevra confluisce con il fiume Rodano si eleva la fontana più alta d’Europa, un enorme getto d’acqua, 500 litri al secondo, alto 140 metri, che spruzza alla velocità di 200 chilometri orari, creato nel 1891 per allentare la pressione dell’acqua dopo la costruzione di una centrale idroelettrica e che attira migliaia di visitatori ammaliati dallo straordinario spettacolo creato dalla fontana.

Tra le attrazioni della città c’è il Monumento Internazionale alla Riforma, noto anche come “Muro dei Riformatori”, grande parete di 100 metri su cui sono erette enormi statue rappresentanti calvinisti e figure di spicco della Riforma e personaggi importanti per Ginevra. Il monumento si affaccia sul Parco dei Bastioni, dove è possibile trasformarsi in “pedine umane” sull’enorme scacchiera all’aperto.

Atmosfera da fiaba nei favolosi Jardin Anglais, angolo di verde e relax in città dove si trova un orologio fiorito, realizzato con 6500 fiori viventi, che cambia colore in base alle fioriture stagionali. A Ginevra sono numerosi gli orologi collocati negli spazi pubblici, ma questo è il più famoso ed è il simbolo dell’industria orologiera ginevrina.

Al Museo Patek Philippe si possono ammirare tutta la “precisione” e la leggendaria “puntualità” svizzere: questa struttura ripercorre, con le sue esposizioni, la storia della sapiente arte dell’orologeria elvetica. Tra i numerosi pezzi spicca il Calibro 89, il cui meccanismo è ritenuto il più complicato al Mondo.

Il Museo d’Arte e Storia di Ginevra è una delle tre istituzioni museali più importanti dell’intera Svizzera: ospita opere d’arte ed archeologiche ed è all’interno della Maison Travel, la casa più vecchia di Ginevra, datata 1334.

Tra gli edifici religiosi, da visitare la Cattedrale di San Pietro, dove per 20 anni predicò Calvino, la cui costruzione iniziò oltre 850 anni fa, quando era una chiesa cattolica in stile romanico che dal 1526 è diventata protestante. Qui, oggi, hanno sede anche le assemblee del Consiglio di Stato.

Uno dei luoghi più particolari di Ginevra è il Carouge, chiamato anche “piccola Italia”, sobborgo sviluppatosi nel 1754 grazie a Vittorio Amedeo III di Savoia, dove si respira italianità per la distribuzione urbana progettata dagli architetti di Torino e in cui spiccano la piazza del mercato, le graziose case basse, le gallerie d’arte e i giardini, in un’atmosfera che ricorda un po’ Parigi e un po’ le città mediterranee della costa ligure. È molto frequentato per le boutique alla moda, i negozi di antiquariato, i ristoranti, le caffetterie e gli atelier di giovani artisti.

Nella periferia della città si può ammirare una bella architettura sferica, la sede del CERN, l’Istituto di ricerca dell’Organizzazione Europea per la Ricerca Nucleare, fondato nel 1954. L’ente è il più importante al Mondo in materia di ricerca nucleare ed è aperto ai visitatori con due mostre permanenti, dal titolo “L’universo delle Particelle” e “Microcosmo”: lo spazio espositivo ripercorre tutta la storia della ricerca nel CERN. Qui si trova il grande acceleratore di elettroni, un tunnel circolare lungo 27 km, noto come l’LHC, il Grande Collisore di Androni, utilizzato per i più importanti esperimenti nel campo della fisica. Anche il www (World Wide Web), cioè internet, è nato al Cern nel 1989.

Related Articles

Back to top button
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: