Curiosità

30 giorni senza cibo in un cubo di vetro. La sfida estrema di Carapezza

La sfida estrema dell’illusionista Christian Carapezza: 30 giorni senza cibo in un cubo di vetro

Una prova di resistenza mai vista in Italia: chiuso per quasi trenta giorni in una teca trasparente, senza  cibo. Una prova di resistenza fisica e mentale da primato: il protagonista sarà Christian Carapezza, illusionista estremo, che si prepara ad affrontare una sfida da guinness.

Dal 7 novembre si farà chiudere in un cubo di vetro trasparente, di 2 metri per 2, in un centro commerciale di Palermo. La teca sarà ubicata a 3 metri di altezza. Nessuno potrà interagire fisicamente con l’illusionista. I visitatori del centro commerciale potranno osservare la prova di Carapezza, ma l’evento potrà essere seguito anche in tutto il mondo grazie alle immagini di una webcam, attiva 24 ore su 24,  installata all’interno della teca. Attraverso un pc l’illusionista condividerà giornalmente le sue emozioni con il pubblico che potrà porre domande al protagonista della sfida estrema, un modo per interagire con lui e fargli compagnia nei momenti più difficili della sua sfida.

Carapezza: “sono consapevole delle difficoltà”

“Mancano quattro mesi all’evento e già sento emozione e adrenalina – dice Christian Carapezza – sono consapevole delle difficoltà collegate a questa impresa, ma è proprio questa sensazione a spingermi a superare ogni limite. Non mangerò per un mese, andrò avanti solo bevendo circa 5 litri di liquidi al giorno. È una prova di resistenza, penso soprattutto allo stato emotivo: devo prepararmi e sottopormi a momenti di difficoltà e sconforto. Perché so già che, in un periodo così lungo, dovrò affrontarli. Ma non ho alcuna paura. Sfido me stesso e spero che tanti mi vengano a vedere e, soprattutto, ad incoraggiare”.  

Christian Carapezza è autore e protagonista di spettacoli internazionali come il “Danger Show” in cui fonde tecniche di illusionismo, fachirismo, escapologia e mentalismo.

Related Articles

Back to top button
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: