Viaggi

Sofia, la terza città più antica d’Europa

La terza città più antica d’Europa si trova in Bulgaria. E’ la capitale Sofia….

Sofia è la capitale della Bulgaria e, con i suoi circa 1.400.000 abitanti, è la città più grande del Paese. È anche il principale centro amministrativo, industriale, culturale e dei trasporti e costituisce un distretto a sé stante. È una delle capitali dell’Europa orientale più attraenti da visitare e meta ideale per chi cerca delle città low cost, è ancora poco affollata e non delude i suoi visitatori.

È una città molto accogliente, sia dal punto di vista climatico che per l’atmosfera che si respira grazie ad una popolazione aperta e disponibile, ma è anche interessante per l’architettura e il suo tessuto storico. Ogni angolo della città e ogni scorcio trasmettono emozioni che parlano del passato e anche di quanto oggi sia in fermento, viva più che mai. Le tradizioni bulgare e il lavoro artigianale esercitano sui visitatori una forte suggestione e a conferire alla città il suo fascino sono soprattutto le numerose chiese, le vie pittoresche e i musei. L’attrattiva turistica di Sofia è, dunque, allineata a quella delle altre capitali dell’Est Europa e offre la possibilità di fare una vacanza culturale, di famiglia e anche economica.

Il centro storico di Sofia

Il centro storico della città, ricostruito dopo la seconda guerra mondiale, è facilmente visitabile a piedi. I suoi monumenti sono numerosi: tra i più importanti spicca la cattedrale di Aleksandar Nevski. È una gigantesca struttura religiosa, la più grande cattedrale ortodossa nella regione dei balcani, in stile neo-bizantino, costruita nel 1904, nel contesto della liberazione dall’oppressione dell’Impero Ottomano.

Altro luogo imperdibile di Sofia è il Palazzo Reale, che era destinato ai reali bulgari e che oggi ospita la Galleria d’Arte Nazionale. L’imponente galleria contiene opere di pittura e scultura e racconta la storia di Sofia e dello Stato bulgaro attraverso i lavori dei suoi artisti migliori. Al suo interno sono presenti anche due giardini esterni e opere d’arte europee e internazionali.

Tra le attrazioni maggiori vi è anche il Museo Nazionale di Storia, per un salto indietro nel tempo, al passato di un popolo ricco di storie appassionanti, dalla Preistoria ad oggi.

Sofia, città ricca di arte

Sofia è una città ricca di arte e sono diversi i musei da visitare, ma anche gli edifici religiosi: la capitale ospita una pluralità di pensieri teologici, facendo da ponte tra Oriente e Occidente e, quindi, tra diverse culture e civiltà. Sono numerose le dominazioni subite dal popolo bulgaro e che hanno determinato una grande ricchezza di sfumature culturali e artistiche. La religione più diffusa in Bulgaria è quella della chiesa ortodossa russa, ma è anche presente un’importante comunità ebraica e una minoranza turca dal credo islamico.

Altri luoghi d’interesse sono: piazza Aleksandar Battenberg, sede politica della capitale e che ospita l’edificio del Partito Comunista Bulgaro e la sede della Banca Nazionale di Bulgaria; i Bagni Minerali, antichi bagni pubblici termali, distrutti durante la seconda guerra mondiale e ricostruiti; Bulevard Vitosha, uno dei viali più alla moda, con boutique, caffetterie e ristoranti nati alla fine del regime sovietico, con la rinascita artistica ed economica del paese.

Un’altra attrazione molto apprezzata da turisti e abitanti del luogo è l’Ivan Vazov National Theater, situato all’interno di un parco e uno degli edifici ritenuti esteticamente più belli e raffinati della città.

La piazza del Parlamento

Un tour di Sofia passa anche attraverso la piazza del Parlamento, dov’è collocata la statua dello Zar Alessandro II, di fronte al Parlamento, in un’area ricca di ristoranti e locali, e il mercato coperto, luogo simbolo dello shopping della capitale, dove gustare la gastronomia locale e fare acquisti. Sono tanti gli edifici da visitare a Sofia, città ricca di arte, storia, tradizioni e che guarda al futuro senza dimenticare il suo glorioso passato.

Uscendo dalla città, invece, sono imperdibili: la Chiesa di Bojana, al cui interno è conservato un tesoro classificato dall’UNESCO come Patrimonio dell’Umanità, una piccola miniera di affreschi e reperti, sita in mezzo al verde; un’escursione al Monte Vitosha, per godersi una vista indimenticabile dalla vetta del vulcano estinto su tutta la città.

Sofia, la terza città più antica d’Europa

Dopo Atene e Roma, Sofia è la città più antica del continente: l’antico nome è Serdica, dalla tribù dei Serdi che la costruirono nel VII secolo a.C. Nel corso della sua storia ha avuto molti nomi e, quando venne conquistata dai Romani, nel 29 a.C., divenne la capitale della Dacia. Distrutta dagli Unni nel 447, fu ricostruita dall’imperatore bizantino Giustiniano I. L’attuale nome le fu dato nel 1376. Sei anni più tardi venne conquistata dall’Impero Ottomano e divenne la capitale della provincia turca di Rumelia. Nuovamente conquistata dai Russi nel 1878, divenne la capitale della Bulgaria indipendente nello stesso anno.

Sofia oggi ha molto da offrire, non solo cultura e storia, ma anche divertimento. Nella capitale bulgara sono presenti molti locali di tendenza, club, discoteche e luoghi dove ballare musica di tutti i generi. Il clima è di tipo continentale, con inverni freddi e nevosi ed estati abbastanza calde. Le precipitazioni sono rare e concentrate soprattutto nella tarda primavera. Il periodo migliore, dunque, per visitarla è l’inizio dell’autunno, quando le temperature sono miti e piove raramente.

Tags

Related Articles

Back to top button
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: