Viaggi

Barcellona, tra le città più belle d’Europa

Barcellona è una delle città europee più belle

Barcellona è una splendida città alla portata di tutti, ed è qui che si può spaziare coniugando arte e divertimento a più non posso. Suggestiva meta per chi ha voglia di assolate spiagge, come la “barceloneta”, che in estate, richiama l’attenzione di numerosissimi turisti.

E pieni di turisti, sono le bellissime Ramblas, che con i loro immensi viali, divengono teatro di vita. Nel 300 scorreva qui in torrente e oggi è davvero incantevole notare come artisti di strada mettono a disposizione di perfetti sconosciuti tutta l’arte che gli è propria.

E’ automatico, se si pensa alla Spagna in generale, e a Barcellona in particolare, menzionare coinvolgenti spettacoli di flamenco… Insomma, emozione dopo emozione.

Barcellona, l’arte gotica e la Sagrada Familia

Barcellona e l’arte gotica poi, sono un connubio perfetto. Trovarsi sotto la Sagrada Familia, è qualcosa di indescrivibile, come è particolarmente emozionante alzare gli occhi e vedere una maestosa opera in continua evoluzione. Ogni parte della facciata corrisponde ad un attento e preciso significato; tutte le sculture esterne e interne riprendono motivi religiosi dell’Antico e del Nuovo Testamento. Gaudì ideò per la chiesa una complessa simbologia legata a modelli numerici: 3 facciate, 3 porte principali, un torrione centrale circondato da quattro torri, altre 12 torri sulla facciata della Natività, una torre absidale.

La Sagrada Familia

Ma solo entrando notiamo un’esplosione di luci, che da un’opera che filtra prevalentemente emozioni gotiche, non ti aspetteresti mai. La cosa che stupisce è proprio passare dal buio ad un impero della luce che filtra dalle vetrate donando, a chi è il piacere di visitare questa bellissima opera d’arte, emozioni e sensazioni e splendide. Ed è con lui, Gaudì, il grande architetto che ha incantato il mondo intero con le sue opere particolarissime e originali, che Barcellona prende vita. Park Guell, ingegnoso ma forse non compreso a dovere, complesso architettonico, è un grazioso trionfo di colori. Casette buffe, piazzali e vicoli di originali, fanno di questo posto, un luogo un po’ magico e un po’ folle.

Come buffe, ma anche un po’ inquietanti sono le due strutture più famose progettate da Gaudì Casa Batllò, una casa privata riconosciuta patrimonio dell’umanità dall’Unesco e Casa Milà o La Pedrera, costruita tra il 1906 e il 1910 che, con la sua scala da capogiro o ancora con i suoi balconi di sicuro molto originali, ti porta addirittura in un terrazzo, dove per un certo lasso di tempo, puoi immergerti nel mitico mondo orientale e scorgere in lontananza la regina di Barcellona, la Sagrada Famiglia. Insomma sogni e realtà.

E’ piacevole immergersi nel suo bellissimo quartiere gotico, tra palazzi dell’autorità religiosa e quelli del potere civile, e vedere la cattedrale sempre in stile gotico-catalano dedicata a Santa Eulalia.

E’ divertente camminare per La Rambla e non vedere l’ora di calpestare l’opera di Mirò.

E’ certo che anche Piazza di Spagna merita attenzione; con le sue bellissime fontane che scendono una dietro l’altra, i suoi numerosi i suoi musei e non per ultima la sua Fontana Magica: spettacolare esplosione di colori e di musica.

Piazza di Spagna – Barcellona

E se per gli appassionati di calcio una visita allo stadio Camp Nou è d’obbligo, per chi ama rilassarsi una passeggiata al Castello di MontJuic, costruito dai castigliani nel 1640, è quello che ci vuole, soprattutto se per aggiungerlo avete la possibilità di prendere la funivia… Barcellona dall’alto è molto bella! (Articolo Rosalia Silvia Gugliotta) Riproduzione vietata

Related Articles

Back to top button
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: