CuriositàViaggi

Reims, la città dello Champagne

Tra i tanti siti da ammirare a Reims, città della Francia nota per lo Champagne, vi è la Cattedrale ….

Reims è una città della Francia nord-orientale di circa 185.000 abitanti. È famosa soprattutto per la produzione del vino Champagne, esportato in tutto il mondo, che prende il nome dalla regione in cui nasce, la Champagne appunto. Siamo in una zona della Francia ricca di verdeggianti campagne, lussureggianti vigneti, prestigiose cantine, piccoli borghi medievali, idilliaci villaggi lungo i fiumi e tanta storia e cultura.

Vini leggendari nascono in questa parte della Francia, un paradiso dei sensi, in siti inseriti nella lista del Patrimonio dell’Umanità UNESCO.

La città dello Champagne

È qui che, nel XVII secolo, nacque lo Champagne grazie al monaco benedettino Pierre Pèrignon (conosciuto come Dom Pèrignon).

Nella città di Reims sono presenti molte aziende vinicole che producono lo Champagne, le cui cantine scavate nel gesso sono visitabili, formano una rete di gallerie e sono come cattedrali sotterranee che invecchiano decine di milioni di bottiglie.

Se Reims, insieme ad Épernay, è il principale centro di produzione delle celeberrime “bollicine” francesi ed il punto di partenza ideale per percorrere la Route du Champagne de la Montagne de Reims, è anche una città piena di fascino, elegante, accogliente, protagonista nei grandi momenti della storia della Francia. Passeggiare per le sue strade significa scoprire un patrimonio culturale ricchissimo.

La Cattedrale di Reims, uno dei quattro monumenti dichiarati Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO

Reims è il luogo in cui è terminata la seconda guerra mondiale in Europa, con la firma della resa incondizionata da parte della Germania nazista di fronte alle forze alleate. È la “città dei re di Francia”: proprio qui, per svariati secoli, hanno avuto luogo le incoronazioni dei sovrani francesi, in particolare nella Cattedrale di Notre-Dame. Come l’adiacente Palais du Tau, la Basilique Saint-Rémi ed il Museo dell’Abbazia Saint-Rémi, la Cattedrale di Reims è uno dei quattro monumenti dichiarati Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.

Guglie appuntite che s’innalzano verso il cielo, rosoni istoriati che brillano al sole, meravigliose vetrate coloratissime, una profusione di sculture che adornano la facciata, 2303 statue, tra cui il famoso “Angelo Sorridente”, un edificio gigantesco che lascia a bocca aperta, più grande della Notre-Dame di Parigi, di dimensioni incredibili: è tutto questo la spettacolare cattedrale del XIII secolo, una delle opere di più alto valore dell’architettura gotica europea, cuore pulsante dello sfarzo e della magnificenza che accompagnavano le incoronazioni dei re francesi. L’evento più celebre dei suoi 800 anni di storia resta l’incoronazione di Carlo VII del 1429 alla presenza della pulzella d’Orleans, Giovanna d’Arco, al suo fianco.

Altri luoghi da vedere a Reims

Accanto alla Cattedrale si trova il Palais du Tau, il sontuoso palazzo che era antica residenza arcivescovile e ospitava i principi francesi prima della loro incoronazione e i fastosi banchetti dopo la cerimonia. Oggi al suo interno si trova il Musée de l’Œuvre, in cui sono esposti arazzi, sculture, il Tesoro della Cattedrale e oggetti legati alle incoronazioni.

Tra gli edifici più importanti di Reims c’è anche la Basilique Saint-Rémi, una basilica dell’XI secolo, in stile romanico-gotico, edificata per accogliere la Santa Ampolla, contenente il crisma per l’incoronazione dei re di Francia, e le reliquie dell’Arcivescovo Saint Rémi, che nel 498 convertì al cristianesimo e battezzò Clodoveo e 3.000 guerrieri franchi. Ad alcuni minuti di cammino dal centro città, la chiesa dell’ex abbazia benedettina merita una visita per la sua architettura ed il suo favoloso interno.

Accanto alla basilica, nell’ex abbazia reale, si trova il Musée Saint-Rémi, anch’esso Patrimonio UNESCO, con splendidi elementi architettonici, come il bellissimo chiostro e la scala monumentale principale. Il museo contiene 17 sale espositive e una ricchissima collezione di oggetti, tra cui reperti archeologici locali risalenti all’epoca gallo-romana, arazzi fiamminghi del Cinquecento e sculture medievali; ripercorre la storia della città di Reims dalla preistoria al periodo rinascimentale.

Nelle vicinanze della principale Place du Parvis, su cui si affacciano la Cattedrale di Reims e la Statua di Giovanna d’Arco, si trova il Teatro dell’Opera di Reims, considerato uno dei più bei teatri d’opera di tutta la Francia. Una piacevole passeggiata conduce alla splendida Place Royale, circondata da portici e dove sorge il palazzo della Sottoprefettura. A pochi passi si trova anche la Piazza del Foro, da cui raggiungere una delle tre gallerie che costituivano il Criptoportico Gallo-Romano, utilizzato in passato come granaio e contenente oggi delle mostre temporanee.

Esplorando il centro città si possono ammirare non soltanto splendidi edifici in stile gotico, neoclassico, barocco, fiammingo, ecc., ma anche vivaci viali pedonali, architetture con eleganti facciate Art-Déco e affascinanti rovine romane. A Reims si trova il più grande arco trionfale conosciuto della storia di Roma, la Porta di Marte. L’arco gallo-romano, del III secolo, era il più grande dei quattro ingressi alla città, è l’unico rimasto fino ad oggi ed è il monumento più antico di Reims. Sono ancora visibili i ricchi decori e, nella parte interna, una rappresentazione della mitica Lupa che allatta i gemelli Romolo e Remo. Riproduzione riservata

Segui Comunicare24 (by OndaTv) anche sui social

Related Articles

Back to top button
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: