Curiosità

Realizzato nel comune più alto della Sicilia il murale “Sulla strada per Floresta”

L’opera è stata voluta dall’amministrazione comunale…

È stato realizzato nel comune più alto della Sicilia il murale dal titolo “Sulla strada per Floresta”. L’opera è stata voluta dall’amministrazione comunale, che ha incaricato l’associazione GIOVANI NELL’ARTE, ed è stata realizzata da Loredana Lo Nero e da Mario Giuca, sotto la direzione artistica di Loredana Lo Nero.

L’idea che ha ispirato la creazione del murale è stata quella di poter raccontare ed esaltare i beni culturali ed ambientali del territorio, la storia e le tradizioni locali che identificano una comunità e rafforzano il senso di appartenenza: la strada è la metafora della vita e delle scelte dell’intera comunità.

Madrina dell’evento, dal titolo “Muralismo, tra antropologia, cultura ed enogastronomia”, è stata l’on. Carmela Bucalo. Presenti il primo cittadino di Floresta, Antonino Cappadona, gli assessori Rosalba Mollica, Giuseppe Calabrese, Giacomo Scalisi e Francesco Corica, il presidente del consiglio comunale Tiziana Liuzzo ed il capo staff del sindaco Dott. Dario Paterniti.

Con la realizzazione del murale di 80 mq, allestito nella piazza principale del comune nebroideo, si vuole offrire al cittadino e al turista una particolare accoglienza ed evocare lo spirito di appartenenza alle radici del proprio territorio. Il dipinto rappresenta il fitto districarsi delle case del centro, tra stradine e tetti scoscesi, ma si apre all’orizzonte delle vaste vallate che contraddistinguono il territorio circostante, volendo identificare ancora di più all’orizzonte la visuale, molto cara agli abitanti di Floresta, dell’Etna.

Oltre ad essere il comune più alto della Sicilia, Floresta offre incantevoli percorsi naturalistici ai turisti, mete sempre di più ambite da ciclisti, motociclisti, runners e pellegrini, e il murale in primo piano mette in evidenza una strada, una via, quella che ogni pellegrino segue, il percorso che ogni runner rincorre, il sentiero che ogni uomo percorre. Ecco che il murale assume un significato universale: non è soltanto la strada e i vicoli dove ogni abitante di Floresta si identifica, ma è il cammino di ogni uomo, a volte tortuoso e impervio, a volte pianeggiante e accogliente, ma comunque infinito, di cui è impossibile scorgere la fine. Porta a case piene di gente e di storie, ma conduce anche in fitti boschi e in vallate ricche di frutti: eccola lì la strada, al centro del murale.

“Tour del Carretto” a Floresta

Durante la giornata sono stati esposti, nella piazza Umberto di Floresta, alcuni carretti siciliani e realizzazioni pittoriche del Museo itinerante del Carretto Siciliano di Bronte. L’iniziativa, che rientra nel “Tour del Carretto”, ha voluto rendere omaggio a questo affascinante mezzo di trasporto che, pur essendo stato ampiamente superato dai progressi della tecnologia, resta simbolo e testimone di una pagina della storia dell’Isola. Nina Giambona, rappresentante con delega in Sicilia della Confederazione Siciliani Nord America (CSNA), antropologa e artista contemporanea, ha illustrato la storia del carretto siciliano.

In occasione della giornata, patrocinata dall’Assessorato Regionale al Turismo della Regione Siciliana, i visitatori hanno avuto la possibilità di degustare la Provola DOP dei Nebrodi.

Tags

Related Articles

Back to top button
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: