News

Tornano a casa gli animali salvati durante l’emergenza. “Blu” rivede i suoi proprietari

Fase 2 anche per gli animali salvati durante l’emergenza. “Blu” rivede i suoi proprietari

La fase 2 comincia anche per gli animali. Dopo una lunga separazione, i cani e i gatti dei malati di Covid di cui si sono occupati i volontari della Lega italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente, presieduta dall’on. Michela Vittoria Brambilla, tornano ai loro proprietari.

Blu, un bellissimo pastore tedesco di Lainate (Mi), è stato il primo degli animali presi in carico da LEIDAA a tornare a casa. Dopo 37 giorni in cui è stato accudito amorevolmente, il cagnolone ha potuto rivedere i suoi proprietari, che avevano chiamato il nostro servizio, un giorno prima di essere ricoverati d’urgenza. Blu era molto triste nel doverli lasciare: dopo un lungo abbraccio i nostri volontari lo hanno preso in cura con amore, come fosse il loro cane, e gli hanno dedicato tutte le attenzioni possibili. Ai proprietari ricoverati mandavano quasi ogni giorno foto e video di Blu. Il ritorno a casa è stato un vero “fuoco di gioia”, un evento carico di emozioni.

Le stesse attenzioni di Blu sono state dedicate a Ugo e Nuvola, due splendidi cagnoloni della provincia di Arezzo: quando la loro proprietaria è finita prima in quarantena e poi in terapia intensiva i volontari LEIDAA se ne sono subito fatti carico. Grazie al buon cibo e a tante coccole, hanno reso loro più sopportabile l’assenza della proprietaria, che nel frattempo è tornata a casa, ma ha ancora bisogno del sostegno di LEIDAA per gravi problemi di salute dell’anziana madre. Non appena incontrano i volontari Ugo e Nuvola non risparmiamo loro le feste.

Purtroppo non tutte le storie hanno un lieto fine: sono molti gli animali di persone che hanno perso la battaglia contro il virus e non hanno nessuno che possa occuparsi di loro, tranne i nostri volontari. “La nostra associazione – spiega il presidente – continuerà a farsene carico, finché non avranno trovato una nuova adozione. Allo stesso modo i nostri volontari sono impegnati ad accompagnare cani a passeggio di persone che si trovano in quarantena, accudiscono in casa gli animali di chi è ricoverato e li portano dal veterinario, quando ce n’è bisogno. Così come continuiamo ad aiutare coloro che chiedono aiuto, sotto forma di cibo o di farmaci per gli animali, specchio del forte “disagio sociale” creato dalla pandemia.

Anche nella “fase due” resta attivo il numero unico 02.94351244 del servizio “LEIDAA per emergenza Covid-19” (da chiamare solo dopo aver letto attentamente le risposte alle “domande frequenti” sul sito www.leidaa.info e sui social collegati)”.

Related Articles

Back to top button
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: