News

Eruzione Etna, cenere e fontana di lava dal cratere Sud-Est

Il vulcano Etna torna a farsi sentire con una colonna di cenere e
fontana di lava dal cratere Sud-Est

L’Etna stupisce ancora: ieri un’altra spettacolare fontana di lava dal Cratere di Sud-Est, durata circa un’ora, accompagnata dall’emissione di un’alta nube eruttiva che si è trasformata in una pioggia di cenere lavica che ha ricoperto anche la città di Catania.

A precedere la nuova fase sono state un’intensa attività stromboliana e la fuoriuscita di lava dal fianco meridionale della “bocca” in direzione della Valle del Bove.

Secondo quanto riportato dall’Ingv di Catania, l’ampiezza media del tremore vulcanico ha raggiunto il valore massimo alle 14.20 ed ha, poi, subìto una rapida diminuzione ritornando al livello medio. Dopo un’ora esatta, alle 15.20, l’attività stromboliana al Cratere di Sud-Est è ripresa e contestualmente c’è stato un incremento dell’attività infrasonica, caratterizzata da un elevato numero di eventi infrasonici con ampiezze elevate.

Successivamente, l’ampiezza del tremore è tornata nuovamente su valori medi, ma l’attività stromboliana al Cratere di Sud-Est va avanti, accompagnata da emissioni di cenere di varia intensità e frequenza.

Le sorgenti degli eventi infrasonici, attualmente, sono localizzate nell’area del cratere Bocca Nuova. L’ampiezza media del tremore vulcanico, secondo l’Ingv di Catania, oscilla tra valori medi e medio-bassi.

L’attuale fase eruttiva dell’Etna non sta impattando sull’operatività dell’aeroporto internazionale Vincenzo Bellini di Catania.

Related Articles

Back to top button
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: