News

Sfida sui social, morta la bimba di 10 anni. Donati gli organi

E’ morta la bimba di 10 anni protagonista di una sfida estrema sui social …

Non ce l’ha fatta la bambina di 10 anni finita, a causa di un gioco, in rianimazione all’ospedale “Di Cristina” di Palermo.

La piccola aveva tentato di realizzare un video da pubblicare su un social network, partecipando ad una sfida estrema. Si era legata una cintura intorno alla gola per effettuare una prova di resistenza al soffocamento, ma il gioco si è trasformato in tragedia e la bambina, dopo aver perso i sensi, è stata portata dai genitori all’ospedale con un arresto cardiocircolatorio dovuto all’asfissia prolungata.

Le sue condizioni sono apparse subito molto critiche e, finita in coma, ora ne è stata dichiarata la morte cerebrale.

Non sono bastati i disperati tentativi dei medici di salvarla e i genitori hanno acconsentito all’espianto degli organi, effettuato oggi: il cuore e i polmoni non sono utilizzabili e non stato dato l’assenso al prelievo delle cornee, ma saranno prelevati il fegato, il pancreas e i reni, che, se risulteranno idonei, saranno trapiantati in pazienti in lista d’attesa a Roma e a Milano.

Sull’accaduto indaga la polizia, che ha sequestrato il cellulare della bambina. Le forze dell’ordine e la magistratura dovranno ricostruire la dinamica dell’incidente e chiarire la vicenda.

A Palermo, oggi, bandiere a mezz’asta negli edifici comunali e per domani il sindaco Orlando ha chiesto un minuto di silenzio in tutte le scuole.

Il social network utilizzato dalla bambina ha comunicato di non avere “riscontrato alcuna evidenza di contenuti che possano aver incoraggiato” alla sfida al soffocamento, aggiungendo: “La sicurezza della community TikTok è la nostra priorità assoluta, per questo motivo non consentiamo alcun contenuto che incoraggi, promuova o esalti comportamenti che possano risultare dannosi”.

Tags

Related Articles

Back to top button
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: