Curiosità

Nel borgo di Valle di Soffumbergo la “Festa delle castagne e del miele di castagno”

Arriva dalla Pro Loco più piccola d’Italia il simbolico manifesto della attività compiute dalle 6200 associazione aderenti all’Unpli.

Costituita nel 1983 “con l’auspicio che tutte le persone originarie di Valle, sparse nel mondo, possano ritrovarsi nel paese rinsaldare le radici, i costumi e le tradizioni” la Pro Loco di Valle di Soffumbergo (Faedis, Udine) è ormai fulcro e anima di un delizioso borgo che conta meno di 10 residenti ed è stato battezzato, per lo spettacolare panorama di cui consente di godere, “il balcone sul Friuli”.

Giorno dopo giorno, iniziativa dopo iniziativa i volontari della Pro Loco di Valle sono divenuti animatori di questo splendido angolo d’Italia, come moltissimi ne offre il nostro Paese.  A partire dall’attesa “Festa delle castagne e del miele di castagno” che ha tenuto banco nei primi tre weekend di ottobre, andando in archivio domenica con il consueto successo per gradimento e mole di visitatori attirati, stimati in oltre 10 mila.

Quella della Pro Loco di Valle è un’azione che punta alla valorizzazione dei prodotti tipici e di stagione, declinata con sagre, degustazioni ed iniziative varie. Un impegno incessante che passa attraverso anche attività periodiche per la scoperta del patrimonio naturalistico, con escursioni nei boschi e passeggiate in bicicletta; eventi realizzati con il supporto del Cai a suggello di una simbiosi che guarda esclusivamente al risultato. Al centro anche l’organizzazione e la partecipazione ad eventi enogastronomici per esaltare i prodotti del territorio, declinate in molteplice specialità ed antiche ricette.

In primo piano anche la riscoperta e valorizzazione delle tradizioni locali. Attività amplificata in occasione della festa del patrono, con tanto di sede Pro Loco aperta ed invito alla degustazione, che, più di mille parole, danno il senso del radicamento territoriale. Azioni che saranno avviate ancora una volta la sera del 24 dicembre, data del prossimo evento: dopo la Santa Messa di Natale, momento di festa nella sede per grandi e piccini con cioccolata calda, vin brulè e dolci natalizi a base di castagne, frutto simbolo del paese, mentre si potrà ammirare il panorama dal punto paesaggistico che permette di vedere gran parte della pianura friulana, fino a Trieste e oltre.

Intanto a Valle di Soffumbergo le campane, i cui costi sono sostenuti dalla Pro Loco, continuano scandire i singoli momenti della giornata, testimoniando un’altra tradizione salvata.

Related Articles

Back to top button
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: