News

Bimbo morto nel naufragio. Il post del Parroco di Lampedusa

Il parroco di Lampedusa, Carmelo La Magra, dedica un post al piccolo morto a seguito del naufragio al largo della Libia

“Caro Youssef, nei tuoi sei mesi di vita, niente avesti da bambino, né una culla, nè giochi, nè serenità o pace. Ora da bambino non hai nemmeno la bara. Sei mesi e mai hai potuto essere bambino, come la tua mamma giovanissima e già al colmo del dolore. Noi oggi e sempre, qui, siamo la tua famiglia. Ci vediamo in cielo dove saremo bambini per sempre”.

Con queste parole il parroco di Lampedusa Don Carmelo la Magra mostra la propria vicinanza allo sfortunato bimbo morto mercoledì al largo della Libia nell’ennesima tragedia del mare. Il piccolo Youssef aveva appena 6 mesi di vita ed è una delle sei vittime dell’ennesima tragedia avvenuta nelle acque del Mediterraneo. Il suo corpicino è stato portato sull’isola di Lampedusa per la sepoltura. Nel post sui socia del parroco si nota che la bara è scura e non bianca come abitualmente avviene per le giovani vittime.

Il bimbo, scivolato dalle braccia della madre, è stato soccorso insieme agli altri naufraghi da Open Arms, ong spagnola, unica ad essere presente in quel tratto di mare. I soccorritori purtroppo non sono riusciti a salvargli la vita.

Related Articles

Back to top button
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: